Curtiss P-40

Il Curtiss P-40 era un monoplano monomotore monoposto di fabbricazione statunitense che nella prima metà degli anni ’40 venne impiegato dagli alleati come aereo da caccia o cacciabombardiere in molti dei teatri in cui si combatté la seconda guerra mondiale. Prodotto dalla Curtiss Aeroplane and Motor Company di Buffalo, New York, come versione con motore lineare del precedente Curtiss P-36 Hawk, non fu mai un aereo dalle caratteristiche eccezionali a causa soprattutto del suo motore, poco potente ad alta quota ]); tuttavia fu ugualmente costruito in un gran numero di esemplari, e la sua notevole robustezza (unita alla sua ampia disponibilità fin dai primi mesi successivi all’entrata in guerra degli USA) ne fece uno dei caccia più importanti per le vicende dell’aviazione americana nella prima fase della seconda guerra mondiale, tra il 1941 e l’estate del 1943. Il Curtiss P-40 era un monoplano ad ala bassa dotato di una struttura interamente metallica, caratterizzato da un’architettura nel complesso convenzionale, tipica della maggior parte dei caccia monomotori monoposto della seconda guerra mondiale. Le due semiali che componevano l’ala erano unite in corrispondenza dell’asse dell’aeroplano, e il loro dorso costituiva il pavimento dell’abitacolo. La struttura dell’ala era molto robusta, essendo basata su ben cinque longheroni (travi disposte parallelamente all’apertura) rinforzati e collegati tra loro da solette, centine e correntini in lega leggera. Le lamiere di rivestimento erano vincolate alla struttura da chiodi a testa annegata. Le semiali aveva una forma in pianta sostanzialmente trapezoidale, con le estremità alari arrotondate; il bordo d’attacco aveva una leggera freccia all’indietro, mentre il bordo d’uscita era occupato per tutta la sua lunghezza dagli ipersostentatori a spacco e dagli alettoni (rivestiti in tela) che garantivano il controllo del rollio. Il carrello d’atterraggio era di tipo triciclo posteriore, ed era completamente retrattile: le due gambe anteriori, che componevano il carrello principale, scomparivano all’interno di carenature nel ventre dell’ala grazie a una rotazione all’indietro e a un’ulteriore rotazione di 90° delle ruote intorno all’asse delle gambe stesse; il ruotino posteriore si ritraeva all’indietro nella fusoliera, e il suo alloggiamento era chiuso da due piccoli portelli.
Sono stati costruiti oltre 13500 esemplari, e prodotto in oltre 15 versioni!

I paesi che hanno utilizzato questo aereo sono:
Australia Royal Australian Air Force
Brasile Força Aérea Brasileira
Canada Royal Canadian Air Forc
Repubblica di Cina Chung-Hua Min-Kuo K’ung-Chün
Egitto Royal Egyptian Air Force
Finlandia Suomen ilmavoimat
Francia Forces aériennes françaises libres
Indonesia Tentara Nasional Indonesia Angkatan Udara
Giappone Dai-Nippon Teikoku Rikugun Kōkū Hombu (esemplari catturati agli Stati Uniti)
Paesi Bassi Royal Netherlands East Indies Army Air Force
Nuova Zelanda Royal New Zealand Air Force
Polonia Sudafrica South African Air Force
URSS Sovetskie Voenno-vozdušnye sily
Aviacija Voenno-Morskogo Flota
Turchia Hava Müsteşarlığı
Regno Unito Royal Air Force
Stati Uniti d’America United States Army Air Corps
United States Army Air Force

Questa voce è stata pubblicata in Aerei da guerra, Caccia, Storia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...